BLOG SPOSAFONINO

Sposarsi a Milano

sposarsi-a-Milano-sposafonino

Organizzare un matrimonio è diventato un lavoro a tempo pieno. La figura della madre, una volta fulcro dei preparativi, è ancora un valido aiuto ma ormai non più sufficiente. Le moderne spose infatti si trovano, fin dai primi passi che percorrono per arrivare all’altare, a doversi destreggiare tra scadenze, fornitori e mille impegni di vario genere.

All’inizio tutto sembra possibile ma con il passare del tempo nel periodo dei preparativi, che può durare anche un anno, l’ansia rischia di diventare una compagna costante.
Per questi motivi è bene ricorrere a una figura professionale che sappia ascoltare e rassicurare la futura sposa interpretando anche i suoi stessi desideri.
Spero quindi di poter essere d’aiuto a tutte le future spose che leggeranno questo breve articolo.
In testa alla lunga serie di consigli che un wedding planner può fornire si trova sicuramente un ampio spazio dedicato all’organizzazione del ricevimento nuziale. Costituisce uno dei momenti più importanti del matrimonio che andrà pianificato per tempo tenendo conto soprattutto della location.
Lavorando a Milano so bene quanto sia importante anticipare possibili imprevisti, quali la tanto temuta pioggia… Una volta stabilito se si preferisce optare per un pranzo o una cena è necessario pensare al periodo stagionale in cui ci si intende sposare.
La scelta della location è assolutamente da subordinare alla data che si è scelta, consapevoli della variabilità climatica tipica del nord Italia. Milano è molto umida nei mesi autunnali così come primaverili e anche i temporali estivi non sono affatto rari.
Sconsigliati quindi i ricevimenti totalmente all’aperto perfino in luglio.
Tra le prime cose a cui pensare vi saranno anche il numero degli invitati: inutile prenotare un’ampia sala da banchetti se vi sarà un evento per pochi intimi. Ovviamente vale anche l’opposto, troppe persone in uno spazio ristretto generano confusione e l’atmosfera ne risentirebbe.
Merita una particolare riflessione anche la scelta dei posti a sedere degli ospiti. La predisposizione dei tavoli richiede una certa accuratezza poiché, come è ovvio, i vostri commensali si troveranno più a proprio agio vicino a persone che già conoscono. A questo proposito è utile preparare il tableau de mariage all’ingresso della sala del ricevimento indicando, anche in maniera originale, l’assegnazione degli invitati ai diversi tavoli.
Gli stessi segnaposto per esempio potranno diventare dei simpatici regali per i vostri ospiti.

Ivana Marconi

Salva

Salva

Salva

Salva

Drop a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti