BLOG SPOSAFONINO

“Mi porterà bene?” Usanze e scaramanzie per ogni matrimonio

Da oggi cominceremo un viaggio attraverso le mille e svariate tradizioni legate al matrimonio lungo tutta la nostra amata penisola e, perché no, andando a conoscere anche qualcosa da oltreoceano.
Tutti voi sicuramente avrete sentito parlare dei cinque cosiddetti oggetti “scaramantici” che la sposa dovrebbe indossare nel suo giorno più bello.
Parliamo del portare addosso qualcosa di vecchio, di nuovo, di prestato, di regalato e di blu.
Col passare del tempo avere cura di procurarsi oggetti che rispecchiassero questi requisiti è passato dall’essere un gesto scaramantico, che voleva augurare buona sorte alla sposa nella sua nuova vita matrimoniale, all’essere diventata una vera e propria tradizione assumendo anche un significato affettivo. Spesso è un solo oggetto a racchiudere più requisiti, un simbolo che si tramanda da madre a figlia, da suocera a nuora, donando quindi alla sposa non solo la possibilità di onorare la tradizione, ma anche di possedere un oggetto pieno di valore affettivo proveniente dalla sua famiglia di origine o da quella in cui sta per entrare.

Andiamo a vedere ora la storia e le curiosità legate ad ogni singolo oggetto.
Portare con sé qualcosa di vecchio, per la sposa, rappresenta un legame con la sua vita passata, con ciò che è stata fino a quel momento e soprattutto le permette di ricordarlo sempre, in futuro. Il simbolo per non dimenticare le proprie origini, che può essere un prezioso gioiello o un semplice fazzoletto con un ricamo, infatti, è di solito tramandato o donato alla sposa dalla madre, dal padre o da un famigliare particolarmente caro.
Qualcosa di nuovo, al contrario, simboleggia ciò che la sposa andrà ad affrontare una volta detto il suo “Si!”. Le dona ottimismo e speranza per cominciare, col suo sposo, una vita lunga e felice.
Una persona molto cara alla sposa le regalerà un altro oggetto che andrà ad assumere il significato dell’immenso bene che le persone a lei particolarmente vicine provano. Questo permetterà alla sposa di raggiungere lo sposo sentendosi protetta dal bene che la circonda.
La tradizione di prestare un oggetto da parte di un’amica già sposata, invece, oltre che a confermare il forte legame con la persona autrice di questo gesto, è anche un modo di augurare alla sposa di trovare la medesima felicità che ella stessa ha trovato con il proprio matrimonio.
L’ultima, ma non meno importante tradizione è legata al colore blu. In antichità rappresentava la purezza della sposa e la sincerità nei confronti del suo sposo. Oggi assume spesso la forma di un simbolico fiocco sotto al vestito, sulla giarrettiera o nell’intimo.
Mi sento, infine , di aggiungere una tradizione che ha preso piede al di fuori di questi cinque gesti un po’ “scaramantici” ed è quella della “moneta sotto la scarpa”. Questa usanza consisteva inizialmente nell’inserire una moneta nella scarpa sinistra della sposa in augurio di benessere economico per la nuova famiglia nascente. Come tutte le tradizioni, anch’essa col tempo ha subito, però, piccole variazioni, non di significato ma di locazione: mentre infatti in principio veniva collocata all’interno della scarpa, oggigiorno può essere cucita nell’orlo del vestito o della lingerie, testimonianza del fatto che alcune tradizioni sono “scomode” da rispettare.
Bene, cari lettori, a presto con nuove curiosità, tradizioni e usanze legate al matrimonio.

Please follow and like us:
Vai alla barra degli strumenti