BLOG SPOSAFONINO

bon ton

Piccole regole base per non sfigurare.

Quando si parla di galateo, ci troviamo di fronte ad usi e costumi che è bene (per quanto possibile) seguire e rispettare sia per tradizione che per buon gusto. Con un occhio sempre attento alle novità iniziamo dalle più semplici ma mai scontate regole riguardanti inviti, cerimonia, scelte floreali e quant’altro.
Il matrimonio è un cammino meraviglioso lungo da percorrere. Pertanto vi consiglio di decidere la data con un certo anticipo e ricordate che si tratta di un giorno sicuramente indimenticabile per la gioia che comporta, non per lo stress dell’organizzazione, pertanto eccovi alcuni consigli utili da tener presente.
E’ il vostro giorno speciale, godetevelo!
Partecipazioni  e inviti
La lista degli invitati è il primo terreno di battaglia. E’ fondamentale una massiccia dose di diplomazia e almeno un po’ di pratica con l’arte del compromesso per riuscire a comporre una compagnia soddisfacente per entrambi. Ricordate anche se la lista degli invitati è ristretta sarebbe poco carino non invitare chi vi ha invitati al proprio matrimonio. Le partecipazioni vanno inviate o consegnate circa un mese prima del matrimonio. Si possono scegliere anche diverse dal solito, ci sono al giorno d’oggi negozi specializzati che le propongono in carte riciclata colorate a forma di cuore o decorate con dei fiori essiccati, con nodi d’amore o frasi romantiche. Chi volesse invece attenersi alla tradizione opterà per un cartoncino doppio raffinato ed elegante. Al biglietto di partecipazione va accluso un piccolo invito con le indicazioni necessarie per raggiungere all’ora indicata il luogo del ricevimento. Si risponde in ogni caso anche se non si partecipa alla cerimonia, quando l’invito è esteso al ricevimento, altrimenti basta un messaggio spedito o un telegramma.
Le fedi
L’acquisto delle fedi dovrebbe essere fatto dallo sposo, ma spesso sono i testimoni o persone care come i genitori a regalarle.
La scelta è soltanto una questione di gusto(e di prezzo)!! L’unica regola è il dito a cui metterle, dev’essere l’anulare sinistro perché fin dall’antichità si pensava che proprio questo dito fosse collegato direttamente al cuore.
La cerimonia
La sposa arriva sempre con un po’ di ritardo “ma non troppo” sono concessi al massimo quindici minuti. Lo sposo attende la sposa davanti all’altare con i testimoni e lo raggiungerà accompagnata dal padre o in mancanza, dal parente maschio più prossimo. Per la disposizione degli invitati in chiesa, nella parte sinistra, si è soliti far accomodare, la famiglia della sposa, nella parte destra quella dello sposo.
Il bouquet
La scelta è vasta, si può spaziare dai fiori di campo fino ai tulipani, fresie, camelie ..e naturalmente rose e orchidee. Ma anche per i fiori c’è qualche regola da seguire: meglio evitare profumi intensi e i fiori esotici. Secondo la tradizione è l’ultimo omaggio dello sposo come fidanzato. Uso vorrebbe che la sposa lo lanciasse mentre è di spalle a un gruppo di amiche ancora nubili al termine della cerimonia. Per evitare feriti sia nel viso che nel cuore, si è ormai diffusa l’abitudine di disfare il bouquet per affidarne piccole parti a ciascuna delle donzelle libere presenti.
I testimoni
Sono figure fondamentali perché hanno il ruolo garante della legalità del matrimonio. Stando alla tradizione dovranno essere due, anche se negli ultimi tempi ne vengono permessi fino a quattro. Il galateo vuole che sia manifestata gratitudine vista l’ importanza del ruolo e che venga quindi fatto loro un regalo proporzionato (un po’ più sostanzioso della classica bomboniera).
Dress code degli invitati
Gli invitati sono tenuti a vestirsi con eleganza, pur senza essere costretti nei classici abiti da cerimonia. No nero né bianco, queste sono le regole di base ma se escludere il bianco è d’obbligo, il nero è stato sdoganato. Il total black non è consigliato ma se spezzato da una pochette, una collana e scarpe in contrasto si. No a scollature, mini gonne e accessori troppo vistosi: la protagonista deve essere la sposa.

Elena Le Fosse

Please follow and like us:
Pin Share

Drop a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti